5 canzoni per imparare il Simple Past


Playlist di Scrambled Eggs: 5 canzoni per imparare il Simple Past

Cerchiamo di essere seri, Milano non è proprio il posto più bello del mondo per imparare l’inglese. Sebbene il cinema americano abbia una forte presa sulle sale cinematografiche italiane, tutto viene doppiato in italiano. Inoltre, a meno che non si trascorra tutto il tempo a camminare attorno alle aree del Duomo e della Galleria, dove si trova la maggioranza dei turisti della città, probabilmente non si avrà molta interazione con la lingua inglese (fatta eccezione per il momento migliore della settimana, ovviamente: quando si arriva a Scrambled Eggs per una lezione di inglese).

Fortunatamente per tutti quegli studenti desiderosi di inglese là fuori, una parte della lingua che è riuscita a filtrare attraverso la cultura italiana è la musica, e ce n’è in abbondanza. Come molti dei nostri studenti ormai sanno, in Scrambled Eggs ci concentriamo sull’insegnamento dell’elemento di vita reale dell’inglese, offrendo ai nostri clienti una esperienza più intensa e il modo attraverso cui applicare la lingua stessa. Per questo motivo, la musica è una parte indispensabile dell’apprendimento della lingua. E persino a Milano, dove è difficile ottenere le risorse, è possibile sperimentare l’inglese vero!

Il post odierno del blog si concentra sulle canzoni che aiutano l’apprendimento del Simple Past, e non ce la svigneremo senza considerare la parte più succosa del tempo verbale: i verbi irregolari. Preparate le cuffie, ecco a voi le nostre prime cinque canzoni preferite per il tempo verbale Simple Past: 

  1. Katy Perry – The one that got away


Partiamo probabilmente con l’artista più popolare dell’ultimo decennio, Katy Perry. Già il titolo in sé emana il tono della canzone, dal momento che “fuggito via” si riferisce all’amore che lei ha lasciato andare via. Il resto delle parole seguono lo stesso tono, dal momento che Perry parla del suo passato e di come avrebbe potuto essere. Date un’occhiata al testo e ascoltate.

 

  1. Elvis Presley – Return to Sender


Passando da una leggenda vivente ad una d’annata, Elvis non è semplicemente il “Re del Rock and Roll”, ma è anche un insegnante d’inglese! Questa canzone può servire anche per fare un grande esercizio di ascolto, visto che Elvis canta con un ritmo calmo e rilassato. Fate un viaggio indietro nel tempo con questo testo!

  1. Coldplay – Yellow


Che classico! Yellow dei Coldplay non è solamente il loro singolo più di successo dal 2000, ma è anche veramente carica di tempi verbali al passato! Tirate fuori i vostri dizionari in questo caso, perché qui ci sono alcuni verbi irregolari molto impegnativi.

    1. Amy Winehouse – Back to Black

Un’altra canzone che è cantata lentamente, ma con un vocabolario piuttosto complesso. Dopotutto, descrivere nel dettaglio il decesso di una relazione, come fa qui la Winehouse, non è e non sarà mai come fare una passeggiata al parco. Vi consigliamo di tenere un bicchiere di vino e una scatola di fazzolettini vicino a voi mentre ascoltate, per ogni evenienza.

 

    1. Roberta Flack – Killing Me Softly

Ecco un’altra canzone d’annata da aggiungere alla lista. Sebbene il personale di Scrambled Eggs abbia dibattuto molto su quale fosse meglio tra la versione originale o la cover più recente fatta da Lauryn Hill e i Fugees, non si può negare che questa canzone offra un ascolto meraviglioso. La voce suadente di Flack ci trasporta in una storia d’amore potente, fornendoci allo stesso tempo anche un fantastico esercizio per il tempo verbale passato.

 

Altre considerazioni

 

Infine, per coprire tutti i generi musicali, non possiamo lasciar fuori i bambini! Ecco una meravigliosa canzone che abbiamo tutti imparato crescendo. Oltretutto, abbiamo una grande lealtà verso questa canzone perché ci ha affinato con alcuni meravigliosi verbi irregolari quando eravamo piccolini. Ebbene sì, anche noi abbiamo dovuto impararli ad un certo punto nel tempo!

 

 

 

 

E questo è tutto per la playlist di oggi. E voi, ragazzi, avete delle canzoni da aggiungere che vi aiutano a fissare meglio il tempo verbale passato?

 

 

EXPO 2015 IN PIENO VIGORE

(Post pubblicato su www.scrambledeggsmilano.org)

Se negli ultimi anni siete stati a Milano, o in qualche posto nelle vicinanze, probabilmente non avete potuto fare a meno di avvertire nell’aria la trepidazione per l’arrivo di Expo 2015. E sicuramente Milano ha sentito molto l’ondata di cambiamento in questo periodo.

Basta semplicemente camminare per il centro della città in questi mesi per scoprire una Milano completamente piena di cantieri, con impalcature in un luogo diverso quasi ogni giorno.

Ma, come si suol dire, bisogna spendere soldi per far soldi. Milano ha versato molto sudore nel cambiamento in previsione del suo gustoso evento globale che porterà con sé una stima di 24 milioni di visitatori, finché non chiuderà i battenti il 31 ottobre. E chi beneficia di questo afflusso di cultura, lingua e turismo?

Traduttori e interpreti, ecco chi! In poco meno di un mese dal fischio di inizio di Expo, il team di Scrambled Eggs Milano ha notato alcuni cambiamenti turbolenti nella città che chiamiamo casa.

Se da un lato la posizione che occupa Milano in Europa richiede senza dubbio un gran numero di esigenze linguistiche su base regolare, dall’altro lato siamo sempre più contattati all’improvviso da clienti che richiedono un’ampia gamma di progetti che vanno oltre le nostre esigenze di servizi per la traduzione di moda o cosmesi. Ecco un elenco di alcune cose che stanno letteralmente travolgendo Milano e anche noi:

1. Pubblicità e divulgazione

Tutti vogliono lasciare il segno ad Expo e non esiste un modo migliore di usare più lingue per diffondere le parole. Le traduzioni offrono un supporto infinito a paesi, aziende o celebrità che desiderano comunicare ad un pubblico internazionale come quello di Expo 2015. Basta dare un’occhiata al cartellone pubblicitario globale di Fiat intorno alla stazione dei treni di Rho, in cui la traduzione parla a tutti i paesi possibili anche se solo apparentemente, dal momento che ciascuno di noi è unico in un diverso paese. Vedere per credere:

Fashion and Cosmetics Translation

2. Traduzione di moda

Ah già, perché l’evento è accaduto realmente se l’industria della moda non ne ha preso parte? I nostri servizi di traduzione di moda hanno lavorato senza sosta per distribuire a destra e a sinistra traduzioni su cosa indossare e come indossarlo in vista della celebrazione globale. Il tema dell’evento sarà pur basato sul cibo, ma ciò non vuol dire che non bisogna avere un bell’aspetto mentre vi si partecipa.

3. Interpretariato

Forse la maggiore esigenza linguistica per l’intero evento, l’interpretariato è molto richiesto a Milano. Sebbene non sia la nostra specialità, il team di Scrambled Eggs ha lavorato duro per offrire servizi di interpretariato di qualsiasi tipo, ad esempio per un produttore di alimenti o un costruttore che sono in giro per la città cercando di capirne appieno la cultura e per questo motivo decidono di vivere l’interpretariato in un evento organizzato dallo stesso Expo.

Questi sono solamente tre piccoli esempi di come abbiamo visto cambiare Milano in questo frenetico mese di maggio, ma tuttavia riguardano soltanto la prospettiva linguistica e traduttiva. Cosa dice il resto dei concittadini milanesi là fuori, quali sono stati i cambiamenti più grandi che avete riscontrato, sul lavoro o fuori?