English Level Test – Take the test and learn your English level

Curious to know what your grammar level is in English? Take our English level test, part multiple choice and part fill in the blank, to find out which level you are in English.

The test is based on a points system, and the harder questions (the ones towards the end) are worth more points than the ones at the beginning of the quiz.

Out of 33 questions, there is a total 121 points possible. Here is the scale for English levels:

A1: 0-12 points. You have a very basic, elementary level of English and you definitely have a lot to learn!
A2: 13-37 points. You have a moderate understanding of the basics, such as the simplest grammar forms and some of the most essential vocabulary, but you struggle a lot in actual conversation.
B1: 38-78 points. You are an intermediate speaker. You have a solid foundation, but have difficulty with complex words, constructions and topics.
B2: 79-102 points. You are a lower advanced speaker. You have mastered the basics and essentials, and have no difficulty expressing yourself. Occasionally, with more complex discussions, you have difficulty, but can generally get by with basic constructions and simple language.
C1: 103-115 points. You can maintain conversations with native speakers, not always knowing the best way to say something and with some gaps in lexicon. For the most part, you are perfect in grammar.
C2: 116-121 points. You are an expert, able to use idiomatic expressions, proverbs and complex grammar constructions.

Time to take the quiz!

English Level Test

Take the following quiz to test your English skills!

 

Naturally, this is just a small level in terms of what your actual level is. At Scrambled Eggs, before we start a new course, we ask the students to take an oral test with one of our teachers to understand the real level of each student before starting their English course.

If you’re interested in learning more English, be sure to check out our English language blog. We’ve got lots of different English exercises to help you learn and improve English, from classic grammar exercises to interesting Ted Talks held by some of the most influential speakers in the world!

A Brit in Italy: i miei 5 cibi italiani preferiti

(read this blog in English) L’italia è uno dei paesi più famosi e rinomati in tutto il mondo quando si parla di cibo e di cucina, ma siete veramente sicuri di conoscere tutti i suoi piatti più tipici e regionali? Ecco cinque piatti a prova di esperto che potreste non aver mai sentito nominare:

 

  1. Arrosticini

 

Nati nelle montagne abruzzesi, gli arrosticini sono sicuramente uno dei miei cibi preferiti. Questi deliziosi spiedini sono fatti con carne di agnello e vengono tradizionalmente cucinati usando una speciale griglia lunga e sottile chiamata “fornacella”. La carne è solitamente separata da piccoli pezzi di grasso in modo da garantire che ogni pezzo sia succoso e tenero. Gli arrosticini vengono spesso accompagnati con pezzi di pane leggermente tostato e vengono passati sulla superficie per trasferirne il gusto. Tradizionalmente, vengono serviti avvolti in un foglio dentro una speciale pentola di terracotta.

 

 

  1. Pizzoccheri

Muovendosi verso il nord Italia, i pizzoccheri sono un abbondante e ricco piatto di pasta della Valtellina. La ricetta è composta da pasta di grano saraceno, patate, cavoli, aglio e Grana Padano. Perfetto per l’inverno, questo piatto è il preferito di chiunque ami visitare le montagne. Niente di meglio dopo una lunga ed estenuante giornata sugli sci!

 

 

  1. Orrechiette con le cime di rapa

All’estremo opposto troviamo questo delizioso e leggero piatto di pasta originario della Puglia. La forma della pasta simile a delle “piccole orecchie” integra perfettamente le rape, in quanto rappresenta la forma perfetta per raccogliere sia la salsa che i pezzi di verdura. Il piatto è incredibilmente semplice e facile da preparare ma soddisferà le tua fame senza lasciarti pieno fino all’orlo! Come ogni piatto di pasta, anche questo è preferibile con della pasta fresca pugliese, anche se questo non è sempre possibile!

 

 

  1. Pasta al pesto di pistacchi

Uno dei piatti preferiti che abbia mai provato in Italia è sicuramente la pasta al pesto di pistacchi siciliano. Di solito mangio questo piatto con la pancetta e con le conchigliette, anche se può essere preparato con qualsiasi altra pasta, dai fusilli alle linguine. Ad alcune persone piace anche aggiungere la ricotta fresca per un gusto extra cremoso, ma questo dipende ovviamente da te! Questo pasto è perfetto per quando non si ha molto tempo a disposizione per cucinare o se si sta cercando qualcosa di leggermente diverso dal pesto classico.

 

 

  1. Timballo

Questo è uno dei piatti meno conosciuti che abbia mai provato da quando mi sono trasferita in Italia, ma rimane in assoluto uno dei miei preferiti. Il timballo è estremamente simile alle lasagne, ma può essere preparato con pasta, riso o patate. Le varietà differiscono a seconda della regione ed è difficile scegliere una preferenza! Il timballo abruzzese utilizza strati di sfoglie di lasagna e carne di manzo e viene cotto fino a quando non diventa croccante e morbido al centro. La versione napoletana, tuttavia, è solitamente realizzata con maccheroni e besciamella. Qualunque sia la tua scelta, non te ne pentirai!

 

5 consigli prima di fare domanda alle università americane

Read this blog in English.

Fare domanda per l’università in un paese straniero può essere una vera seccatura, con tutti gli ostacoli burocratici, le barriere linguistiche e i vincoli temporali che questo comporta. Stai pensando di fare domanda di ammissione in un’università americana? Il processo di candidatura, sebbene leggermente noioso, è sicuramente alla mano se disponi dei giusti consigli. Il post del blog di oggi si concentra sulle 5 principali linee guida da seguire per presentare la domanda di ammissione all’università americana che hai scelto.

 

 

  1. Il SAT

 

Pensala in questo modo: quando la tua candidatura, una delle 60.000 in quell’anno, viene giudicata dal consiglio di ammissione di un’università, sono poche le cose che verranno veramente considerate. Il tuo curriculum accademico, le tue attività extracurricolari, la tua scuola superiore, un saggio personale (se necessario) e i risultati del SAT. L’esame SAT, o Standardized Assessment Test, è la valutazione più importante che le università possono utilizzare per valutare le tue capacità accademiche. Assicurati di studiare sodo, di seguire un corso di preparazione al test e i giusti consigli, oltre che di sostenere l’esame il maggior numero di volte possibile per ottenere il miglior punteggio possibile!

 

 

  1. The Common App

 

Se stai seriamente pensando di andare a studiare in un’università negli Stati Uniti o in Nord America, probabilmente sai già che ci sono migliaia di università tra cui scegliere. Detto questo, dovresti sempre fare domanda per almeno sette o otto atenei per avere una vasta gamma di possibilità e anche per assicurarti di entrare in almeno una di queste.

La domanda è dunque: devo compilare sette o otto domande di ammissione diverse? Fortunatamente per te, quel numero è fortemente ridotto grazie tua migliore amica in questo iter: The Common App. Come puoi capire dal suo nome, The Common App è un’unica applicazione che include oltre 800 università di prim’ordine appartenenti a ben 49 stati su 50 stati degli Stati Uniti. Puoi candidarti alla maggior parte delle università che ti interesseranno con un solo clic. Tuttavia, alcune chiedono elementi aggiuntivi come saggi personali, quindi fai attenzione!

 

 

  1. Scrivi un buon essay personale

 

Mentre la Common App prima menzionata consiste in una singola domanda di ammissione per molti atenei, la maggior parte delle università richiede anche una dichiarazione personale aggiuntiva. L’argomento può essere scelto da un elenco di suggerimenti che è possibile trovare all’interno della domanda di ammissione stessa, ma ogni università a cui fai domanda leggerà esattamente lo stesso saggio che invierai. Se il tuo saggio verrà visto da sette o otto scuole diverse, sarà bene che tu lo renda perfetto! Trascorri molto tempo a scriverlo, fallo controllare dai tuoi professori e / o genitori e non nascondere nulla quando lo scrivi, come se si trattasse dell’ultima cosa che tu abbia mai fatto in vita tua!

 

 

  1. Chiedere referenze e chiederle presto

 

La maggior parte delle scuole, e in particolare quelle che utilizzano The Common App, richiedono almeno una referenza da parte di un insegnante. La lettera di raccomandazione è un piccolo scritto da includere nella domanda di ammissione dove un professore, un consulente, o un tutor attesta le capacità dello studenti. Molti professori saranno piuttosto impegnati con la scuola e a scrivere altre lettere di presentazione per tutti gli altri studenti che li chiedono, quindi assicurati di chiederla all’inizio dell’anno scolastico per non rischiare nulla! Dovrai inviare queste referenze insieme alla tua domanda, quindi ne avrai bisogno entro dicembre / inizio gennaio.

 

 

  1. Trova l’università giusta per te

 

Ci sono oltre 5.000 grandi università solo negli Stati Uniti. Come possiamo restringere la selezione a solo un’università per te? È piuttosto difficile, ma certamente non impossibile! Inizia restringendo i criteri iniziali:

  • Vuoi andare in un’università situata in una città urbana, in una zona rurale o in mezzo tra le due?
  • Vuoi avere un grande campus con aree verdi sparse ovunque o qualcosa di disperso nella città?
  • Quanti studenti dovrebbe esserci nel tuo ateneo? Le piccole università vanno da 800 a 2.000 studenti, quelle di medie dimensioni da 2.000 a 10.000 studenti e quelle grandi superano i 10.000 studenti.
  • Stai cercando una cultura sportiva? Oppure una cultura musicale / artistica? Decidi quali attività extracurriculari vorresti fare nei tuoi 4 anni e cerca l’università che fa al caso tuo!

Non sei ancora sicuro di dove vuoi andare? Prova la funzione di ricerca universitaria del College Board: https://bigfuture.collegeboard.org/college-search

Dopo aver trovato la migliore università per te e aver perfezionato la tua candidatura, non ti resta che fare domanda e aspettare. Buona fortuna nella ricerca e speriamo che riesca ad entrare nel college dei tuoi sogni!