Come avere successo nella sezione reading dell’SAT

[English version here]

 

La sezione reading dell’SAT è una delle più difficili da perfezionare, a causa del tempo limitato e del livello di difficoltà dei testi coinvolti. Ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione per poter andare bene in questa sezione in particolare, compresi la conoscenza del lessico e l’abilità di comprendere il contesto dei testi stessi. Se state cercando di migliorare il vostro punteggio, ecco alcuni trucchi per aiutarvi…

 

  1. Gestione del tempo

Siccome avete solo 65 minuti per rispondere a 52 domande su 5 testi, saper gestire il tempo è estremamente importante. Se vi trovate in difficoltà con un passaggio in particolare, considerate l’idea di saltarlo per riprovarci alla fine. Questo vi assicurerà più tempo per finire quei testi che trovate più semplici e di conseguenza vi garantirà la possibilità di rispondere correttamente alle domande. In questo caso, se finite il tempo, lascerete solo le domande più difficili. La chiave per poter completare l’intera prova del reading è la lettura rapida. È un processo che consiste nel leggere velocemente l’articolo ma immagazzinando informazioni. È molto più semplice farlo se si fa pratica!! Inoltre, se una domanda vi chiede di leggere determinate righe, assicuratevi di non sprecare tempo leggendo tutto, leggete solo le righe che vi vengono indicate!

  1. Processo di eliminazione

Se vi trovate in difficoltà a scegliere tra le alternative date, leggete ogni risposta ed eliminate quelle che non potrebbero assolutamente essere giuste. Con un po’ di fortuna, rimarrete con due alternative e quindi vi potrete concentrare meglio sulla domanda e sul testo. Ricordatevi che i particolari possono cambiare tutto – a volte solo una parola può rendere la risposta incorretta. Inoltre, dovrete pensare: la risposta è troppo specifica o troppo generica? Si riferisce alla persona corretta? Gli aggettivi/verbi sono utilizzati anche nel testo? In ultimo, le informazioni nella risposta sono rilevanti per il testo o confondono il centro dell’interesse?

  1. Predizione

Se possibile, un’ottima idea è quella di provare a predire la risposta ancora prima di leggere le alternative. A volte si può indovinare la risposta quasi correttamente e poi trovare quella più simile tra le alternative. Molte domande nella sezione reading si affidano semplicemente al buonsenso e quindi 3 delle alternative quasi non avranno senso. Certamente, ciò è leggermente diverso per quanto riguarda le domande di lessico. Qui, le parole saranno in generale quasi sinonimi ma dipendono dal contesto, quindi è una buona idea esercitarsi nell’imparare il lessico dei testi – non solo le singole parole.

  1. Provare un metodo diverso

Se siete dei lettori lenti, o vi trovate a esaurire il tempo velocemente, provate a cambiare il vostro metodo. La maggior parte delle persone leggono prima il testo e poi vanno a rispondere alle domande, ma un’altra ottima idea è quella di leggere prima le domande! Rispondete prima alle domande di lessico, dal momento che richiedono solo la lettura del paragrafo intorno alla parola. Poi, puntate alle domande che si riferiscono solo a determinate righe, visto che avete di già un punto su cui focalizzarvi nel testo. In ultimo, dopo aver già studiato il testo per rispondere alle altre domande, provate le domande “generiche”, che vi chiedono di riassumere il passaggio (o alcuni paragrafi) nel suo insieme.

  1. Capire gli errori

Quando fate le prove d’esame prima dell’esame vero e proprio, assicuratevi di segnarvi il numero delle domande che sbagliate. In questo modo, potrete identificare con quale tipo di domanda avete più difficoltà. Per esempio, se fate frequentemente errori nelle domande che vi chiedono di identificare la risposta corretta e a che riga corrisponde, più probabilmente avrete bisogno di esercitarvi nelle domande “evidence-based”. Inoltre, è sempre bene segnarvi perché non siete riusciti a rispondere correttamente alla domanda. Avete capito male una parola o magari il senso generale? È stato il testo a portarvi fuori strada o le domande e le loro risposte?

  1. Doppi Passaggi

Sfortunatamente, molti studenti trovano i doppi passaggi estremamente difficili. Questo accade perché di solito essi sono in contrasto l’uno con l’altro e quindi richiedono tempo perché possiate confrontarli, o potrebbe essere perché bisogna capire due opinioni diverse nello stesso test. Qualunque sia la ragione, il miglior suggerimento per affrontarli è di prenderli singolarmente.

Leggete il primo passaggio e rispondete alle domande relative, poi fate lo stesso per il secondo passaggio. In ultimo, rispondete alle domande che vi chiedono di riflettere su entrambi. Non provate a immagazzinare informazioni da entrambi per poi andare a rispondere alle domande, diventa davvero confusionario e rende meno chiare le opinioni degli autori.

 

 

Aiuto! Come registrarsi per l’SAT

[Click here for English version]

Che cos’è l’SAT?

Questo è un esame che viene sostenuto dalla maggior parte degli studenti delle scuole superiori negli Stati Uniti ed è usato per l’ammissione nelle università.Ad ogni modo, anche la Bocconi e altre università in Europa accettano l’esame. Per la Bocconi, se gli studenti ottengono un punteggio adeguato, vengono esonerati dal test d’ingresso dell’università.

Questo esame è composto sia da una parte di matematica che da una parte scritta ed entrambe hanno lo stesso valore per il risultato finale. C’è anche un saggio opzionale che riceverà un punteggio separato.

Quand’è l’SAT?

L’SAT si svolge internazionalmente soltanto poche volte l’anno. Quando controllate le date, assicuratevi di guardare quelle internazionali e non solo quelle per gli Stati Uniti, perché ci sono alcune discrepanze.

Questo è il sito internazionale dove potete trovare tutte le date: https://collegereadiness.collegeboard.org/sat/register/international

Se non è presente il tasto “Register” sotto la data d’esame, vuol dire che è già passata o che l’esame verrà erogato solo negli Stati Uniti.

 

Dove posso registrarmi per l’SAT?

Questo è il sito dove ci si può registrare per l’esame: https://collegereadiness.collegeboard.org/sat/register/international

Basta cliccare il tasto “register” sotto la data d’esame di vostra scelta.

Dovrete creare un nome utente e una password. Assicuratevi di averli segnati da qualche parte, perché probabilmente vi serviranno per accedere al sito più volte.

Il processo di registrazione è molto lungo; possono volerci fino a 40 minuti per completarlo. La cosa importante da ricordare è che si possono saltare tutti I campi senza asterisco (*). Questo vi farà risparmiare un sacco di tempo.

Durante il processo di registrazione, ci sarà l’opzione di aggiungere la spiegazione del punteggio finale tramite una quota aggiuntiva. Non consiglio di pagare per questa aggiunta; non è molto d’aiuto e non dice nulla di davvero utile (scusa College Board!).

Alla fine, dovrete aggiungere una foto formato passaporto (non vi preoccupate, potrete scattarla dal vostro cellulare) e infine pagare per completare la registrazione!

TARIFFE SAT 
SAT senza essay:
$52 + Tassa Internazionale ($49) = $101
SAT con essay:
$68 + Tassa Internazionale ($49) = $118
*I prezzi sono aumentati di recente e potrebbero aumentare nuovamente

Se avete bisogno di ulteriore aiuto con la registrazione, il nostro team a Scrambled Eggs è sempre pronto ad aiutarvi! Basta chiamarci o inviarci un’e-mail!

Oppure accedi al modulo appuntamenti e prenota un colloquio conoscitivo con un nostro insegnante madrelingua inglese per valutare il tuo livello attuale SAT!

Prenota un test di valutazione

Learn English with the News – Oatly gets a sprinkling of stardust as it rides the wave of alt-milk

Oat milk is revolutionizing the industry of one of the most popular drinks across the world. As celebrities serve as living sponsors for the drink and younger generations tend to choose milk alternatives as a response to the global environmental crisis, Swedish oat milk Oatly is growing at an astronomical rate. Let’s learn about it with todays “Learn English with the News” segment, and don’t forget to check out our website for the accompanying English language exercises to improve your English!

Watch the video and then do the accompanying English language exercises.

The news is a consistent source of entertainment, knowledge and discovery that never ceases to exist and always comes out with more and more material each day. Because it plays such a vital part in our lives and is so important to keep up with, it is without a doubt a piece of your everyday routine that can’t go ignored. 

Whether it is to understand the ramifications of recent legislation passed, to hear about recent events and grasp the potential consequences to your country, or simply hear about what is happening in other countries in order to compare them to what’s happening in yours, the news is certainly a staple in our lives and the most consistent way to get information.

This is why Scrambled Eggs has decided to unite two of your biggest worlds: learning English and keeping up with what is happening in the world. We hope our challenging daily exercises, composed of listening, vocabulary and comprehension exercises in English, will satisfy both of those above worlds in a satisfactory and also entertaining way.

So enough about introductions, let’s get to today’s Learn English with the News topic:

Now that you’ve had a listen, let’s put your knowledge to the test with some of our vocabulary and comprehension exercises:

Oatly gets a sprinkling of stardust as it rides the wave of alt-milk | Definitions Quiz

Match the word to the correct definition

Oatly gets a sprinkling of stardust as it rides the wave of alt-milk | Fill In The Blank

Fill the empty spaces with the proper words.

Oatly gets a sprinkling of stardust as it rides the wave of alt-milk | True or False

Decide if the statement is true or false

 

And that’s it for today’s English lesson, where you can improve your English with the news and current events. Do you have any comments or special requests for us for the next edition of Learn English with the News? Be sure to leave any feedback you have in the comments section below, as we would love to help you on your quest to learn the English language!

For other Learn English with the News segments, be sure to check out the rest of our posts:

https://scrambledeggsinglese.it/tag/learn-english-with-the-news/

Full Text:

“As tastemakers go they don’t get much bigger than celebrity power couple Jay-Z and Beyonce, with Jay-Z’s investment in the Oatly drinks brand sprinkling stardust on the booming alt-milk industry. Last week, the Swedish oat milk-maker was valued at $2bn (£1.56bn) after it sold a 10% stake to a star-studded cast of investors that included Oprah Winfrey, Jay-Z’s entertainment company Roc Nation, Natalie Portman and US private equity firm Blackstone. The $200m-share sale is a big moment for the food business, which, after several decades in the Swedish wilderness, is enjoying stratospheric growth thanks to a combination of guerrilla marketing and good timing. Sustainability reports are typically a dry affair but Oatly’s cut to the chase, offering a no-nonsense translation of what its promise to be “a good company” means. In short: “Don’t be evil!” This irreverent style has made oats sexy to under-40s trying to make more sustainable food choices. Oatly’s sales nearly doubled to $200m in 2019 and they see similar growth this year albeit with a coronavirus-sized caveat. The cash injection will be used to build a global network of factories. With the US now its biggest market. a second site is being built in Utah while a plant in Singapore will help its push into Asian markets. Although founded in the early 1990s, Oatly was little known outside Sweden until the arrival of their CEO Toni Petersson in 2012. The entrepreneur has made the brand stand out by hammering home the message that oat milk is better for the planet than producing cow’s milk, which generates higher greenhouse gas emissions. Oatly has come a long way from the labs of Lund University where in the early 90s Prof Rickard Öste – who co-founded the company with his brother Björn – set out to develop a plant-based alternative to cow’s milk. Öste’s patents underpin the manufacturing process and the academic remains the company’s head of science. The company is being tipped for a stock market listing although Petersson is tightlipped about what the future could hold. Big investors have been pouring money into plant-based food companies such as Beyond Meat, gambling that the number of people embracing vegan and vegetarian diets or becoming flexitarian (reducing their meat intake) will continue to grow. Many investors believe demand for plant milk will grow for a very long time. The naysayers however, say we are less than five years away from peak plant milk. While oat milk sales are booming, the demand for soy and almond milks has already plateaued in the UK. But Petersson bats away suggestions that oat milk is a fad, insisting the market is only in its infancy.”