The Trinity GESE Exam

Che cos’è l’esame Trinity GESE?

[Click here for the English version]

È un esame di qualifica in inglese parlato, quindi non preoccuparti di domande difficili a cui rispondere o di saggi lunghi e noiosi. L’esame Trinity è un’opportunità per mettere in mostra le tue capacità comunicative (sia parlando che ascoltando) e ricevere un feedback.

L’esame è approvato dal governo del Regno Unito a fini di regolamento e domanda di visto quando viene sostenuto presso un centro approvato Trinity Secure English Language Tests (SELT). È anche utile per gli studenti che desiderano ottenere un certificato alla fine dei programmi di studio all’estero nel Regno Unito, un esempio è il programma italiano finanziato dal PON

Gli esami Trinity sono regolamentati dall’Office of Qualifications and Examinations Regulation (Ofqual) e vengono valutati secondo standard uniformi riconosciuti in tutto il mondo.

Per chi è l’esame?

L’esame Trinity è per chiunque e non ha limiti di età. Il suo format ha lo scopo di aiutare a sviluppare abilità comunicative in inglese (speaking e listening) che possono essere utilizzate in situazioni di vita reale. Pertanto, può essere utile per qualsiasi scopo come cercare lavoro, fare domanda per programmi di studio all’estero o semplicemente per facilitare le nostre connessioni con amici internazionali.

Che livello di inglese devo avere per sostenere l’esame?

L’esame Trinity si basa sul Quadro Comune Europeo di Riferimento (QCER) per le lingue. Potresti già avere familiarità con questa struttura di livelli che colloca gli studenti di lingue in un intervallo tra pre-A1 e C2, con C2 che rappresenta il grado massimo ed il livello più alto .

L’esame Trinity GESE ha 12 livelli che vanno – appunto –  da 1 a 12, ciascuno corrispondente a un diverso livello QCER. Grazie a questo formato progressivo, gli studenti di qualsiasi livello possono sostenere l’esame.

Come è organizzato l’esame Trinity?

L’esame è organizzato in quelli che vengono chiamati Gradi. Ogni Grado (1-12) corrisponde a un livello QCER. L’esaminatore ascolterà le competenze linguistiche richieste appropriate per il livello a cui si sta svolgendo l’esame. L’esaminando guadagna “punti” quando usa la lingua di destinazione (vocabolario, grammatica, ecc.).

  • Gradi da 1 a 3: Fase iniziale, Pre-A1 – A2.1
  • Gradi da 4 a 6: Fase Elementare, A2.2 – B1.2
  • Gradi da 7 a 9: Fase Intermedia, B2.1 – B2.3
  • Gradi da 10 a 12: Fase Avanzata, C1.1 – C2

Inoltre, gli argomenti di discussione e le attività previste varieranno a seconda che l’esaminando sia un adulto o un giovane studente.

Il numero di attività richieste che un candidato incontrerà varia a seconda del livello per il quale ci si sta esaminando. I livelli inferiori (come mostrato nell’illustrazione sotto) si concentreranno solamente sulla conversazione mentre i livelli superiori dovranno affrontare tutti e 5 i compiti elencati di seguito:

  • Listening Task: L’esaminatore legge 3 testi accompagnati da 2 attività di comprensione.
  • Topic Presentation: Presentazione formale di un argomento selezionato dal candidato.
  • Topic Discussion: Discussione tramite domande e risposte su un argomento selezionato dal candidato.
  • Interactive Task: Interazione spontanea e collaborativa tra il candidato e l’esaminatore.
  • Conversation: Scambio di idee e opinioni su 2 aree di discussione scelte dall’esaminatore.

La durata dell’esame dipenderà dal Grado e dal livello a cui viene svolto.

Per esempio:

  • Grado 1 – Livello Pre-A1: 5 minuti
  • Grado 2 – Livello A1: 6 minuti
  • Grado 3 – Livello A2.1: 7 minuti

L’esame è pensato per stimolare la comunicazione nella vita reale in un ambiente rilassato e confortevole, con l’obiettivo quindi di incoraggiare gli studenti a parlare liberamente.

Ecco un esempio della categoria di Grado 4, un esame di livello A2: https://www.youtube.com/watch?v=F740yTJF7VU

Come viene valutato l’esame Trinity GESE?

L’esame viene valutato in base alle competenze di un oratore e non in base alle abilità che ancora non possiede. Infatti, i “punti” vengono assegnati quando l’esaminando utilizza correttamente la lingua di destinazione, ma non vengono detratti quando commette degli errori poiché gli errori stessi vengono presi in considerazione a seconda del livello a cui viene eseguito l’esame (ad esempio, un livello più basso dovrebbe commettere molti errori, mentre un livello più alto raramente dovrebbe farne).

L’esame è valutato in base al rendimento del candidato, ovviamente in relazione alle competenze e ai requisiti linguistici adeguati al livello per il quale sta sostenendo l’esame.
Viene assegnato un voto in lettera (A – D) per ogni prova d’esame.

Gli esaminatori saranno in possesso di quello che viene chiamato un Performance Descriptor. Questo documento conterrà le spiegazioni delle attività richieste e come determinare se queste attività sono state soddisfatte o meno.

Ecco un esempio di Performance Descriptor per i Gradi 1-3: https://www.trinitycollege.com/resource/?id=2504 

Ci sono quattro risultati che un candidato può ottenere per un qualsiasi esame Trinity GESE:

  • Promosso con lode
  • Superato con merito
  • Superato
  • Fallito

Di quali materiali ho bisogno?

Il modo migliore per affrontare l’esame Trinity GESE è avere tutte le informazioni necessarie per l’esame stesso. Al link qui sotto potrete trovare tutte le informazioni utili sull’esame:
https://www.trinitycollege.com/resource/?id=5755 

Qui invece potrete trovare un elenco di libri approvati come idonei per la preparazione dell’esame Trinity:
https://www.trinitycollege.com/qualifications/english-language/publisher-resources

Dove devo iscrivermi all’esame Trinity?

Alcune scuole pubbliche offrono l’esame Trinity direttamente per i propri studenti e quindi organizzeranno il processo in relazione a costi, registrazione e preparazione in maniera autonoma.

Altrimenti – per prenotare l’esame da privato – dovrai contattare la tua rappresentativa locale del Trinity Exam, poiché tasse e dettagli dell’esame possono variare a seconda del paese e del luogo di svolgimento.

Affrontare con successo la “Task 1” del Writing IELTS

Non c’è che dire, la parte Writing dell’IELTS sa essere spietata a volte. Per questo abbiamo deciso di parlarvene molto in dettaglio in questo nuovo blog!
Siete pronti? Con i consigli di Scrambled Eggs non diventerà certo una passeggiata, ma forse con questo nuovo blog vi chiarirete di parecchio le idee.

Tipi di Domanda

Line Graphs – I grafici a linee sono usati solitamente per mostrare informazioni lungo un periodo di tempo specifico, il che vuol dire che bisogna stare attenti al tempo verbale che si utilizza. Per esempio, se il dato indicato è tra il 1999 e il 2010, dovreste usare il passato. Potete anche usare avverbi di tempo quali slowly, quickly, gradually etc.

x

 

Bar Charts – Gli ortogrammi molto spesso mostrano dati con diverse assi delle ascisse, come potete notare sotto. Questo potrebbe sembrare più complicato all’inizio, ma in realtà vi fornisce parecchie informazioni da mettere a confronto. Continuate a leggere per imparare il lessico comparativo!

 

Pie Charts – Di solito in coppia o in gruppo da tre, i diagrammi a torta sono tra i più semplici da leggere grazie alla loro struttura basica. I dati nei diagrammi a torta sono solitamente percentuali, dunque è necessario conoscere come trasformare una percentuale in una frazione o in un decimale – per esempio 25% diventerebbe 0.25 o un quarto.

 

Tables – Anche se gli studenti a volte faticano con le tabelle, dal momento che di solito esse mostrano solo una piccola quantità di informazioni, è anche molto facile trovare i dettagli più importanti grazie alla struttura semplice.

 

Maps – Nonostante non siano tanto comuni quanto i grafici, le mappe stanno diventando un tipo di domanda sempre più popolare, quindi è meglio essere certi di arrivare preparati! Occorre usare un mucchio di parole nuove con le mappe. Trovate sotto una lista di termini che vi aiuteranno a ottenere il miglior punteggio possibile.

Diagrams – I diagrammi IELTS sono una serie di immagini con le relative descrizioni. Dovrete descrivere il processo – di solito di come qualcosa viene creato. Usare il passivo con questo tipo di domanda è un ottima idea. Per esempio: “The clothes are recycled” invece di “They recycle the clothes”.

Flow Charts – Senza dubbio il tipo di domanda più temuto all’interno della Task 1 IELTS, i diagrammi di flusso sono simili ai diagrammi ma non contengono alcuna immagine. Questo significa che se non conoscete il significato di alcune parole, potrebbe essere molto più difficile descrivere il processo. Spesso, inoltre, è presente più di un ‘thread’, quindi potrebbe essere più difficile da strutturare. Consiglierei di descrivere un ‘thread’ alla volta, invece che provare a mischiarli.

 

Errori Comuni

Non leggere il grafico correttamente – Molti studenti perdono punti a causa del fatto che interpretano il diagramma scorrettamente. Assicuratevi di leggere le assi molto attentamente – il grafico rappresenta delle informazioni nel corso del tempo o mette a confronto diverse caratteristiche come paesi e gruppi di età? Un altro errore comune è dato dal riportare queste informazioni nel modo sbagliato. Non lasciate mai fuori l’unità di misura (come i kg) e ricordatevi che, se volete dire mille, dovrete scrivere 1000 o 1,000, non 1.000.

Non scrivere abbastanza parole – La domanda vi richiederà sempre di scrivere ALMENO 150 parole, il che vuol dire che dovrete puntare a questo numero. Se non scrivete abbastanza, vorrà dire che non avete identificato tutti i dettagli chiave. Se scrivete troppo, avrete parlato di dettagli che non sono importanti. Ciò può essere difficile quando si fa l’esame su carta, quindi dovrete imparare a capire quante sono 150 parole nella vostra calligrafia prima di fare l’esame.

Aggiungere opzioni – Conservate questa idea per la Task 2! La task 1 del writing IELTS vi chiede solo di riportare i fatti, per cui la vostra risposta dovrebbe includere solo affermazioni che derivano dai dati. Come regola per gli esami, date la vostra opinione solo quando la domanda ve lo richiede esplicitamente. Altrimenti, perderete tempo e vi distrarrete dal vero scopo dello scritto.

Non controllare la vostra risposta – è consigliato di lasciare almeno 3 minuti alla fine per controllare la risposta. Ciò include qualsivoglia errore di ortografia e grammatica. Ricordate che i nomi propri (come Monday, Novembre, Earth) vanno sempre scritti con la lettera maiuscola. Inoltre, se utilizzate l’ortografia statunitense una volta (come color), dovrete continuare ad utilizzarla in tutto lo scritto, altrimenti verrà dato per scontato che non sapete come si scrive la parola.

 

 

Lessico chiave

Introduzione: The graph/table shows/indicates/illustrates/reveals/represent…
It is clear from the graph/table…
It can be seen from the graph/table…
As the graph/table shows,…
As can be seen from the graph/table,…
As is illustrated by the graph/table,…

Mostrare le differenze: yet, nevertheless, after all, but, however, though, otherwise, on the contrary, in contrast, on the other hand, at the same time

Somiglianze: in the same way, in like manner, similarly, likewise

Mettere in sequenza: while, immediately, never, after, later, earlier, always, soon, meanwhile, during, until now, next, following, once, then, simultaneously, so far

Ubicazione: near, in front of, next to, beside, across from, between, to the north / to the south, in the northeast / in the southwest, north side / east side / west side / south side

Cambiamenti nelle mappe: Generale -Transformed, modernisedà

Construzione – built, constructed, expanded, enlarged, extended, developed,

Rimozione– removed, replaced, demolished, knocked down, destroyed, flattened, cut down (trees)

Organizzazione e struttura

Introduzione – Parafrasate la domanda – spiegate che tipo di dati sono mostrati nel grafico/tabella/diagramma/mappa.

Affermazione d’insieme – Trovate e descrivete la tendenza principale del grafico. Se non c’è una tendenza generale, qual è la caratteristica principale/più grande?

Corpo (1 or 2 paragrafi) – Spiegata ogni caratteristica chiave del grafico in dettaglio. Assicuratevi di usare numeri specifici dai dati – percentuali, frazioni etc. Dividete questo paragrafo in due se avete due grafici.

Consigli per approcciarsi al reading IELTS

[English version here]

Il reading IELTS è largamente considerato come una delle parti più difficili del test e questo è dovuto perlopiù al limite di tempo. Il test dura solo un’ora ma in questa ora è incluso il tempo che ci vuole per trasferire le risposte sul foglio delle risposte – non è concesso nessun tempo extra!

Ci sono 3 diversi passaggi di lettura per l’esame ‘academic’ e le domande possono essere di tanti tipi diversi: vero/falso/non dato, abbinare il titolo, ecc.

Esercitati con ogni tipo di domanda

Come già detto, c’è una grande varietà di tipi di domanda. Incluse:

  • Completare la frase
  • Completare il riassunto, la nota, la tabella, il diagramma di flusso
  • Domande a risposta breve
  • Completare l’etichetta nell’immagine
  • Domande a risposta multipla
  • Abbinare le informazioni
  • Abbinare i titoli
  • Abbinare la fine della frase
  • Vero, falso, non dato

Uno degli aspetti chiave per passare il reading IELTS è quello di esercitarsi con ogni singolo tipo di domanda. Se siete bravi con le domande a risposta multipla ma fate fatica a completare l’etichetta nell’immagine, non riuscirete a ottenere punteggio pieno! Anche se non vi piace il tipo di domanda, è necessario fare quanta più pratica possibile. E questo ci porta al punto successivo…

Conosci le tue debolezze

Mentre fate pratica con i test di prova, assicuratevi di segnarvi quali domande sbagliate. Altrimenti, come farete a sapere cosa dovete migliorare?

Se vi capita di confondere le risposte falso/non dato di frequente, dovreste capire che le risposte false sono direttamente smentite nel testo, mentre quelle non date non sono per nulla menzionate, o non ci sono abbastanza informazioni nel testo per determinare se la risposta è vero/falso. Con questo ci si riduce a parafrasare. Dovrete essere pronti a trovare sinonimi e diversi formati utilizzati nel testo e nella risposta.

Anche se viene utilizzata la stessa identica parola, assicuratevi di comprendere il significato dell’intera frase e dell’intero paragrafo se necessario! E parlando di comprensione…

Non si può capire il testo intero!

Assicuratevi di non concentrarvi troppo sul capire assolutamente tutto ciò che viene menzionato nel testo. Non solo cercare di comprendere il significato vi farà perdere un sacco di tempo, ma ciò potrebbe mandarvi nel panico sulla comprensione del testo in generale. Se non riuscite a dedurre il significato dal contesto o dalle frasi attorno, passate oltre! Ciò, ad ogni modo, potrebbe essere evitato la maggior parte delle volte se solo…

Migliora il tuo lessico

Una delle tante cosa messe alla prova dall’IELTS è la vostra abilità di capire concetti scritti secondo strutture differenti e con diversi sinonimi. Uno dei modi migliori per prepararsi a questo è di revisionare tutto ciò che leggete in dettaglio. Se vi imbattete in una parola che non capite, allora lavorate sulla vostra abilità di capirne il significato a partire dal contesto. Se ciò non vi porta alcun risultato, allora segnatevi la parola e la sua definizione.

Il modo migliore per ricordarsi le parole in una lingua diversa è usarle! Quindi, se avete qualcuno con cui parlare inglese, provate ad usare le parole nuove. Altrimenti, provate ad associare la parola con qualcosa di strano che riuscite a ricordare, o scrivete qualche frase e leggetele ad alta voce. E visto che parliamo di lettura…

Skimming, Scanning, o lettura dettagliata?

Se davvero avete difficoltà con il limite di tempo, migliorare le vostre abilità di lettura sarà il vostro più grande aiuto.

Prima di tutto, è necessario che capiate le differenze tra i diversi tipi di lettura.

Skimming (o lettura per sommi capi): è il processo che consiste nel leggere un testo molto velocemente fino alla fine e memorizzare quanto più contenuto possibile. Fare questo richiede tanta pratica e ovviamente è più facile nella propria lingua madre, ma i risultati siottengono con la pratica!

Scanning (o lettura selettiva): il metodo della lettura selettiva è estremamente importante per il reading IELTS, dal momento che tante domande richiedono di trovare parole specifiche e capire il contesto basandosi su quelle parole. Ogni tipo di domanda può beneficiare di questa abilità e voi potete far pratica scegliendo parole specifiche dalle domande del test di prova e provando a trovarle (o a trovare i loro sinonimi) nel testo.

Lettura dettagliata: se avete bisogno di leggere qualcosa in dettaglio, vuol dire che dovete rispondere a una domanda a risposta multipla. Le domande a risposta multipla di solito includono ogni parola chiave del testo, le opzioni di risposta, e il paragrafo in dettaglio. Molte persone pensano che le domande a risposta multipla siano le più semplici, ma non rilassatevi troppo finché non vi sarete esercitati e le avrete perfezionate!

Anche se il reading IELTS ha tante sfaccettature, potrete ottenere un ottimo punteggio semplicemente migliorando il vostro lessico e assicurandovi di rimanere nei limiti di tempo. Completare test di prova mentre vi cronometrate è un ottimo modo per farlo. Assicuratevi anche di segnarvi le domande che sbagliate per lo studio futuro!

Quando farete l’esame, controllate due volte di non aver lasciato niente in bianco, visto che tirare a indovinare è sempre meglio che non rispondere proprio!