Lezioni Online: Il Covid-19 sta cambiando in meglio l’educazione scolastica

[English here]

Le scuole sono spesso restie al cambio di rotta, ma la necessità portata da questa pandemia è stata la causa primaria del reinventarsi online. Scrambled Eggs scuola d’inglese a Milano – insieme con i suoi insegnanti inglesi madrelingua – ha combattuto con questa emergenza sanitaria sin dal principio e ne è uscita più entusiasta e forte che mai.

Questa pandemia potrebbe quindi cambiare profondamente il mondo delle scuole e dell’educazione, e potrebbe farlo in meglio!

Se ci guardiamo indietro attraverso la storia, il settore è sempre stato uno dei più conservativi e resistenti al cambiamento in un mondo invece di rinnovamento costante. Per secoli ha avuto l’ardesia su cui scrivere; poi è arrivato il secolo della lavagna e del gessetto. Oggi invece agli studenti basta solo un click con le proprie dita per immergersi nella vasta conoscenza che può offrire google – molto più immensa di quella di qualsiasi altro insegnante individuale presente sul pianeta.

Il Coronavirus ha dato alla scuola piattaforme come Zoom, Microsoft Teams e Google Classroom. Con la tecnologia siamo riusciti a convertire un normale schermo di un computer in una lezione, con una classe di studenti ed insegnanti capaci di potersi vedere e interagire l’un l’altro, in una vera collaborazione orientata all’apprendimento online.
Appena dopo l’inizio del lockdown nel Regno Unito, il Ministero per l’Educazione ha promosso una nuova scuola online, la Oak National Academy, dove gli studenti hanno effettuato l’accesso a 2 milioni di differenti tipologie di lezioni per tutto il paese, e questo solo nella prima settimana. La necessità si può dire sia veramente la madre dell’ingegno.

La pandemia ci ha condotto a rivalutare la maniera in cui noi vediamo l’educazione, e ci ha fatto notare che dobbiamo attivarci in questo velocemente. Il governo del Regno Unito, ad esempio, vede adesso il vantaggio dell’insegnamento online perché questo ha reso disponibili i vari laptop o tablet anche per studenti provenienti da famiglie che normalmente non potrebbero permettersi certi strumenti tecnologici, ora necessari per lo sviluppo della didattica.

I nostri studenti, qui a Scrambled Eggs, sono stati più che entusiasti di partecipare a delle lezioni virtuali; e abbiamo ottenuto dei feedback incredibilmente positivi! Le lezioni di inglese online, ad esempio, eliminano i lunghi tragitti verso la nostra scuola a Milano, situata in zona Navigli. Permettono oltretutto ai nostri insegnanti di raggiungere molti più studenti di prima, siccome ora abbiamo anche parecchi studenti che risiedono attualmente addirittura in altre regioni d’Italia, così come in altri paesi in giro per il mondo.
In futuro, le lezioni online possono permettere agli studenti di fare lezione quando ne hanno il tempo – cambiando anche gli orari di volta in volta – e permettono loro inoltre di stare a casa o nella location che preferiscono.

Che cosa possiamo imparare da questo?

Primo. Le crisi ci spingono ad adattarci. Nella situazione attuale, il COVID ha obbligato i genitori a diventare insegnanti e ha imposto a tutti – studenti, insegnanti e genitori stessi – di adattarsi ai nuovi strumenti di apprendimento online.

Secondo: le persone si sono trovate a proprio agio con alcuni di questi adeguamenti. In un momento in cui le famiglie sono spesso stressate tentando di fornire una buona educazione morale e scolastica ai propri figli, stanno sperimentando anche metodi educativi e mezzi che non avevano mai visto prima. Si stanno abituando ad essi, il che significa che stanno anche vedendo i benefici che queste nuove derive tecnologiche possono apportare.

Tutto ciò non è per dire che tutti gli strumenti online sono buoni. Al contrario, molti non lo sono.
Ma considera questo: supponiamo che un’insegnante sperimenti tre strumenti online durante questa crisi. Le piace lo strumento A, non le piace invece lo strumento B, ed è indifferente rispetto allo strumento o alla piattaforma C. Questa dinamica non sembra però alla base di grosse trasformazioni sociali, vero?
Be’, in realtà, se la crisi dovuta alla pandemia non fosse mai avvenuta, la stessa insegnante non sarebbe mai venuta a conoscenza di nessuno di questi mezzi o piattaforme online. E non importa, in questo caso, che la piattaforma B o C non abbia avuto successo; quello che importa è che le persone siano rimaste soddisfatte della piattaforma A, e che vogliano continuare ad utilizzarla:
questo – in definitiva – può essere trasformativo.

Qui a Scrambled Eggs – Scuola di Inglese a Milano – abbiamo di certo provato a sperimentare nuove vie per continuare a svolgere il nostro mestiere al meglio delle nostre possibilità, tentando anche di rinnovarci e migliorare man mano. E sentendo quello che dicono i nostri studenti, possiamo dire di aver estratto il meglio dagli aspetti negativi che questa pandemia ha portato, riuscendo via via a limare e poi a togliere definitivamente tutte le imperfezioni che un nuovo modo di insegnare può creare. Adesso possiamo dire con certezza, e con un pizzico di orgoglio, che dopo questa crisi mondiale ne siamo usciti come migliori insegnanti, forse anche come persone migliori, in grado di tirare fuori il meglio dai nostri studenti, anche se essi si trovano lontano.

È impossibile dire con certezza dove esattamente il COVID-19 ci ha costretto ad andare e verso quali novità finiremo, ma qui a Scrambled English School Milan siamo sempre pronti ad adattarci e a dare ai nostri studenti il prodotto migliore possibile, sia che dobbiamo farlo di persona che tramite un computer.

Se ti interessa la possibilità di frequentare un corso online, clicca su questa pagina, oppure mandaci una mail a: hello@scrambledeggsinglese.it

Scrambled Eggs Milano è con te, e ti aiuta a imparare l’inglese!

Usare Zoom per l’insegnamento online della lingua inglese

Imparare a usare uno strumento di web conferencing è, ad oggi,  un’abilità essenziale per qualsiasi insegnante di lingua; in particolar modo, in questo articolo, si parlerà della lingua inglese.

Sfruttare questo tipo di piattaforme ti consentirà di insegnare durante un’emergenza – com’è avvenuto di recente –  oppure ti permetterà semplicemente di espandere la tua rete di clienti che, in questo modo, possono connettersi a te da qualsiasi posto nel mondo.

In questo articolo tratteremo alcuni vantaggi che la piattaforma Zoom ci concede nel momento in cui dobbiamo andare a presentare una lezione di inglese online ma, soprattutto, ci concentreremo su eventuali accorgimenti da utilizzare proprio per utilizzare al meglio questo tipo di piattaforme digitali.

I vantaggi dell’utilizzo di Zoom

Zoom è il principale strumento di web conferencing in questo momento; e offre quattro importanti funzionalità:

  1. La possibilità di connetterti in modo sincrono con i tuoi studenti tramite video e audio; offre inoltre la condivisione dello schermo e una chat di testo, per scambiare messaggi importanti nel gruppo.
  2. La possibilità per gli studenti di lavorare, appunto in gruppo, sia quando si abilitano per loro le stanze di lavoro (breakout rooms), sia quando usano le loro sale riunioni personali per incontrare colleghi.
  3. La possibilità di creare un semplice “screencast” (ad esempio, registrare presentazioni audio) e condividerlo con i tuoi studenti.
  4. La possibilità di utilizzare annotazioni scritte direttamente su documenti sullo schermo durante la condivisione, come se questi fossero una vera e propria lavagna.
    In questo modo, le slide preparate per la lezione andranno a mischiarsi agli appunti che il professore man mano annoterà sulla lavagna virtuale, in modo da integrare al meglio il percorso di apprendimento della lingua inglese.A differenza della vecchia lavagna classica, ovviamente non hai bisogno di stare lì a ricopiare tutto, poiché questo documento può essere poi condiviso.

Dopo i vantaggi, passiamo ora ad alcuni consigli pratici sull’utilizzo di Zoom per insegnare la lingua inglese.

5 consigli pratici per l’utilizzo di Zoom

  1. Metti in ordine le tue attrezzature

Un’ottima qualità audio è il fattore più importante in una lezione di inglese online di successo. Nella miglior condizione ideale, tu insegnante e gli altri partecipanti dovreste usare gli auricolari (ancora meglio con un microfono incorporato) per ridurre il rumore ambientale e ridurre la possibilità di ritorni audio indesiderati.

Tutti i partecipanti dovrebbero trovare un luogo tranquillo e ben illuminato per partecipare alla lezione online, in modo da assicurarne il corretto svolgimento.
Per rendere tutto perfetto, bisogna assicurarsi di poter essere visti chiaramente; la retroilluminazione ti farà spesso apparire in ombra, ma non preoccuparti, è il minore dei problemi!

La connessione a Internet dovrebbe essere invece forte e stabile, per non far sentire agli studenti tutti quei ritardi di audio e video che sono, credimi, deleteri per la concentrazione e per un corretto apprendimento della lingua inglese.

Ti suggeriamo ovviamente di utilizzare un computer fisso con un ottimo monitor, oppure un portatile di buone dimensioni, oppure ancora un tablet estremamente efficiente. È vero, con le tecnologie acquisite al giorno d’oggi è possibile svolgere tutto ciò anche tramite cellulare, ma è un’opzione che sconsigliamo vivamente, in quanto la comodità resta comunque una componente essenziale di una lezione di inglese ben svolta.

  1. Sii preparato per cose che potrebbero andare storte

Esegui un test per assicurarti di sapere come utilizzare correttamente Zoom dal tuo computer. Chiedi ai tuoi studenti o ospiti di esercitarsi anche se si uniranno dai loro dispositivi.
Ricordati assolutamente di condividere il tuo cellulare, e-mail o un altro metodo di contatto in caso di problemi tecnici. Assicurati che i dettagli della lezione (come l’orario e l’URL) siano chiari per i partecipanti.

  1. Non andare troppo spedito

Sebbene il video consenta a tutti di vedersi e di comunicare con discreto successo, non trasmette però molte sfaccettature che rendono le conversazioni più coinvolgenti. Puoi ovviare al problema concedendo ai tuoi studenti di inglese più tempo per riflettere, oppure porre loro svariate domande per assicurarti che abbiano assorbito al meglio il contenuto della lezione.

  1. Utilizza delle slides adatte

Un elemento essenziale per delle lezioni di lingua inglese su Zoom sono le slides (o diapositive) che utilizzerai.
Come abbiamo già detto, la maggior parte degli strumenti di videoconferenza consente di condividere lo schermo o queste diapositive, appunto. Ci sono però delle regole!

Se condividi delle slides per le tue lezioni di inglese, usa caratteri grandi, in modo da renderli visibili; e utilizza soprattutto titoli ed elenchi – o eventuali altri elementi visivi – per enfatizzare i tuoi contenuti ma, ricordalo bene, non esagerare: fallo in maniera tale da non distrarre il tuo pubblico.
Altro errore comune: disporre di diapositive con molto testo farà concentrare gli studenti più sulla lettura di esse che non sul tuo ascolto!

  1. Incoraggia la discussione e l’interazione tra i tuoi studenti

Chiedi agli studenti di leggere dei materiali oppure di preparare domande o ancora di scrivere brevi testi prima di una lezione di lingua inglese online. Considera le breakout rooms come un’opportunità per far conversare gli studenti in gruppi più piccoli, in modo tale da incentivare un apprendimento più fluido della lingua inglese.

 

Per quest’argomento è tutto! Sei d’accordo con quanto affermiamo, o avresti qualche nuova idea da suggerirci che magari ci è sfuggita? Faccelo sapere nei commenti qui sotto!

Se sei interessato, dai poi un’occhiata ai nostri corsi online di lingua inglese!

Oppure scrivici una mail all’indirizzo hello@scrambledeggsinglese.it

Abbiamo solo insegnanti madrelingua!

Scrambled Eggs Milano è con te, e ti aiuta a imparare l’inglese!